Sub-Mariner : The Depths

 

Dopo la mini-serie post Civil-War sulla distruzione di Atlantide e il viaggio di Namor verso Latveria , La Marvel dedica al Sub-Mariner una nuova mini : Sub-Mariner : The Depths !
La serie fa parte della linea Marvel Knights , una linea di testate dove i personaggi Marvel vivono avventure adulte e complesse , quasi sempre scollegate dalla continuity del personaggio. La serie Ŕ scritta da Peter Milligan ( X-FORCE ) e disegnata da Esad Ribic ( SILVER SURFER ) , e ci mostreranno un Namor duro e  incattivito come non lo abbiamo mai visto!
La storia : Atlantide. Attraverso gli anni , pochi uomini hanno avuto la possibilitÓ di vedere se quel posto esistesse veramente , e pochi hanno immaginato come la favolosa cittÓ fosse protetta da esseri selvaggi e vendicativi , a partire dal possente Sub-Mariner. Quando una missione sottomarina Ŕ misteriosamente scomparsa vicino alla Fossa delle Marianne , il leggendario avventuriero Randolph Stein si imbarva per un viaggio che lo porterÓ , insieme alla sua ciurma , nello stesso punto. Viaggiando negli abissi oscuri e misteriosi del mare , vedranno cose difficili da descrivere , che superano l'immaginazione pi¨ sfrenata , cose che gli uomini non avrebbero mai pensato di vedere.
Stein scoprirÓ che quell'abisso lo guarda fisso , controllando ogni sua mossa.........

GiÓ dal primo numero , si intuisce che sarÓ una saga molto tenebrosa , con protagonista un Namor sfuggente , molto malvagio e incattivito: la sua presenza celata lo accosta ai mostri dei primi film horror , dove la paura non era tanto il mostro in sŔ  , quanto le sue fugaci apparizioni nell'ombra e la sensazione che la minaccia si nascondi sempre dietro le spalle.

 

 

NUMERO 1

 

Molti anni fa , un avventuriero di nome Marlowe scompare nelle profonditÓ del mare , la sua missione era verificare se esistesse realmente Atlantide.
Anni dopo , un altro avventuriero di nome Stein viene contattato dal Governo per verificare se Marlowe abbia effettivamente scoperto il regno eterno : la paura degli Americani Ŕ quella che Marlowe fosse comunista , e non hanno nessuna intenzione che un rosso scopra Atlantide prima di loro.
Stein accetta suo malgrado , per far ricredere che Atlantide non esiste:il dottor Stein infatti Ŕ uno scettico convinto , e crede solo nella fede della scienza.
Giorni dopo , Stein con il suo equipaggio si immergono nelle profonditÓ marine , ma mentre Stein Ŕ tranquillo , tra la ciurma si incominciano ad insinuare paure istintive , riafforate dall'oscuritÓ del mare e dai vecchi racconti che circolano sul re e guardiano degli Abissi: Namor il Sub-Mariner.
Si dice infatti che abbia abbattuto centinaia di navi e sommergibili , che abbia ucciso tantissimi uomini che avevano osato valicare il suo regno , addirittura che Namor abbia fatto colare il Titanic! Stein dopo tutte quelle fantasticherie , abbandona la coperta , stanco delle dicerie dei marinai , ma ne esce turbato.
Mentre si trova nella sua cabina , il sommergibile riceve una fortissima scossa , come se qualcuno lo avesse colpito. Stein nota la paura dei marinai che affermano che Ŕ stato Namor a colpirli , il dottore infuriato urla che non Ŕ possibile e si avvicina al telescopio per osservare l'esterno. Nell'oscuritÓ del mare , sulla coda del sommergibile vede un'ombra simile ad un uomo , ma svanisce subito , e rassicura gli uomini che si tratta di qualche pesce. Il suo vice Ryan non crede a quell'assurditÓ , sapendo cosa Stein ha realmente visto.
Impaziente di rimanere chiuso dentro il sommergibile , Stein decide di uscire in avanscoperta nel buio delle profonditÓ marine , accompagnato da un riluttante Ryan , per vedere se nel profondo troverÓ le rovine di Atlantide e per dimostrare che non esiste nessun Namor!

 

 

NUMERO 2:

Stein , seguito dal marinaio Ryan , si avventura nelle buie profonditÓ del mare. Mentre cerca di vedere qualcosa nell'oscuritÓ , Stein lotta per non sentire i continui lamenti di Ryan che lo avverte della minaccia in cui sta incappando.
Improvvisamente , la navetta di Ryan viene scossa da una forza invisibile , davanti agli occhi di Stein , che nel buio scorge una figura lontana...
Ryan si risveglia in infermeria , delirando e urlando contro il suo capitano affermando che Namor Ŕ stato la causa dell'incidente , ma Stein rimane deciso sulla sua decisione : questo Namor non esiste. Peccato che il resto dell'equipaggio non Ŕ molto d'accordo , e minaccia di ammutinarlo.
Dopo che la situazione si calma, un altro marinaio chiede al capitano se davvero non crede nel Sub-Mariner : Stein ammette di aver visto qualcosa nell'oscuritÓ , ma una parte di sŔ rifiuta l'idea che si tratti di un uomo dalle caviglie alate.
Ritiratosi nella sua cabina , Stein riflette sulla giornata appena trascorsa , quando un essere entra e si para davanti a lui. Il capitano sviene , e si ritrova in infermeria , dove il dottore afferma che si Ŕ trattato solo di un brutto incubo , e , continua il dottore , se Namor appare nel sogno di qualcuno , vuol dire che ha un compito speciale per lui.
Ore dopo , Stein esce dalla sua cabina , e va da solo ad esplorare le profonditÓ degli abissi marini , perchŔ in cuor suo sa che quello non era un sogno : oltre alla sensazione vivida di quell'incontro , ulteriore prova sono le macchie di acqua lasciate dall'essere nella cabina...

 

NUMERO 3:

Stein Ŕ ancora in preda agli incubi , e delirando ripete ostinatamente un nome " Anne ".Mentre viene curato da alcune ferite dal marinaio Nelson , Stein si confida con quest'ultimo delle esperienze che sta vivendo , e rimprovera aspramente il suo confidente appena cita la frase del dottor Singh :" Namor appare nei sogni di un uomo quando ha per lui dei compiti speciali".Rimasto solo , il professore pensa che si sta facendo condizionare dai pazzi pensieri che i suoi uomini cercano di inculcargli , ed in pi¨ Ŕ ossessionato da tutta l'oscuritÓ sottomarina che lo avvolge , privandolo del suo abituale raziocinio e della sua convinta fede nella scienza. Prendendo in mano una foto dello scomparso Marlowe , lo maledice , sapendo che Ŕ morto in quel gelido buio inferno , e non di certo da creature sottomarine!
Il sommergibile arriva alla Stazione sottomarina , ultima testimonianza dell'uomo nelle buie profonditÓ del mare , in quanto dopo questa stazione , tutto ci˛ che c'Ŕ sotto  non Ŕ altro che mare oscuro , sconosciuto agli uomini.
In questa stazione vivono sette uomini e due donne , studiando l'habitat e la vita in quel profondo ed oscuro mare. La compagnia di Stein sbarca nella stazione , ma il silenzio con cui vengono accolti Ŕ spaventoso. I marinai vedono per terra una chiazza di liquido , che si rivela essere sangue : entrati nella sala trovano tutti i componenti della stazione barbaramente uccisi. Stein ripete ad alta voce che tutto ci˛ sarÓ avvenuto per colpa degli uomini stessi , e non per l'intervento di qualche creatura esterna , ma tutti i suoi uomini lo guardano stupefatti , sorpresi dal fatto che , nonostante prove schiaccianti , Stein ancora non crede nell'esistenza del diavolo marino Namor.
Il professore chiede a Nelson se nella stazione ci fosse una stanza per i film , dove poter trovare qualche filmato prima dell'incidente.
La stanza c'Ŕ e Stein  osserva attentamente l'ultima ripresa fatta da un uomo di nome McKeough , il quale afferma di aver trovato uno zaino appartenente a Marlowe , con alcuni appunti e video , ma mentre sta per rivelare il contenuto di essi , McKeough si alza per controllare gli strani rumori che provengono dalle altre stanze , ma non fa in tempo ad uscire che viene aggredito ed ucciso da un uomo , di cui si vedono solo le caviglie alate.... Per la prima volta Stein rimane senza parole.

 

NUMERO 4:

Stein ispeziona tutti i filmati che trova nella stanza , e rimane colpito da come questo viaggio lo abbia cambiato , di come adesso non si sente pi¨ il coraggioso Stein , ma il vigliacco , l'insicuro e non tanto scettico Stein.
Il capitano chiama a raccolta gli uomini per officiare il funerale in mare della ciurma morta nella stazione , e dopo tante tensione gli uomini di Stein si ribellano perchŔ anche loro vogliono vedere il filmato di Marlowe , arrivando ad impugnare il coltello contro il professore. Dopo giorni di navigazione , finalmente viene trovata la famosa nave di Marlowe , e , una volta approdati , gli uomini incominciano ad ispezionarla : trovano un cadavere , e nascosto in un angolo , in condizioni serie , Marlowe!
Il superstite viene curato e narra che si trovano vicino ad Atlantide , ormai c'Ŕ l'ha fatta , ma Stein non vuole sentire ragioni perchŔ , trovato Marlowe , vuole risalire in superficie , ma quest'ultimo non ne vuole sapere di andarsene.
Mentre Stein si ritira nelle sue stanze , gli uomini liberano Marlowe che era stato messo in "quarantena" dal professore , perchŔ sono dalla sua parte. Entrato nella stanza di Stein , Marlowe coglie quest'ultimo intento a distruggere il filmato , l'unica prova dell'esistenza del Sub-Mariner.
Ma mentre i due si battono , ecco che davanti alla porta si presenta la leggenda : Namor!

 

NUMERO 5:

Stein rimane incredulo di fronte a Namor , che gli si para davanti: al solo tocco dell'essere , il professore prende una scossa elettrica. Marlowe , impaurito , conferma l'identitÓ del mostruoso essere : egli Ŕ Namor , il terribile protettore di Atlantide. Dopo , solo un urlo.
La ciurma raggiunge la cabina , e trova Stein terrorizzato in un angolo , e Marlowe in una pozza di sangue , ormai senza vita. Stein , per evitare di dire agli uomini che Namor Ŕ stato il responsabile dell'omicidio , per continuare a sostenere la sua teoria , si auto-accusa della morte di Marlowe e che , appena tornati in superficie , sarÓ giudicato per le sue azioni. Ma la ciurma non gli crede , in quanto le sue mani sono pulite  , mentre dappertutto c'Ŕ sangue.
Mentre si interroga il professore , viene ritrovato il film di Marlowe con le prove dell'esistenza di Atlantide , e chiaramente tutti lo vogliono vedere. Intanto il sottomarino procede per il Mare del Diavolo  , una zona molto pericolosa.
Alla visione del film , tutti rimangono esterrefatti dalla visione della splendida cittÓ sottomarina , e Stein , ormai alle corde , ammette che Ŕ tutto vero , come Ŕ vero Namor , il protettore di Atlantide , ma quando tornerÓ in superficie non sarÓ sicuro di dire la veritÓ! Peccato che i marinai non la pensano cosi'....
Stein viene chiamato nella sala comandi , dove viene avvertito che il peggio Ŕ passato , e che hanno passato le " acque del diavolo". Stein allora agisce : colpisce il marinaio , e fugge sul un mini-sottomarino , condannando tutta la ciurma alla morte e alla distruzione del mezzo , tutto per non rivelare la veritÓ al mondo.
Agendo sulla pressione , e chiudendo tutti i boccaporti , Stein impedisce agli uomini di azionare i comandi che potrebbero salvarli , ma Ŕ troppo tardi: per la pressione , il sottomarino cede , mentre Stein si allontana il pi¨ velocemente possibile.
Il professore si accorge per˛ che l'energia non basta a salvarlo : ormai ha le ore contate , ma ecco che Namor si avvicina al suo mezzo e....
Giorni dopo , Stein Ŕ davanti a tutta la comunitÓ scientifica , e dichiara che con la fortuna , e non per miracolo , si Ŕ salvato , unico superstite di tutta la ciurma , con la piena consapevolezza che sotto il mare non esiste niente che Atlantide non esiste nella maniera pi¨ assoluta , e che ulteriori spedizioni sarebbero solo uno spreco di soldi e di tempo.
Dopo tutto questo , Stein si reca su un promontorio isolato a picco sul mare : sa che deve la vita a Namor ( o forse no?)  , che tutta la sua carriera poteva finire solo perchŔ le sue affermazioni da scettico sarebbero state smentite clamorosamente.
Stein stringe tra le mani il diario dove ha scritto tutta la sua avventura , delle morti fino alla visione di Atlantide e del suo terribile protettore , Namor.
Stein scaglia in mare il diario , che si distrugge , e con lui le prove dell'esistenza di Atlantide. Stein non potrÓ mai dimenticare quella creatura , che lo ha usato solo per i suoi scopi , salvandolo all'ultimo momento , in modo tale che tornasse sulla Terra per affermare che non ha visto niente. L'uomo non proverÓ pi¨ a tornare nei fondali neri del mare per Atlantide , il reame sottomarino Ŕ salvo. Ma Namor vigilerÓ per sempre. Il mare ha distrutto tutte le prove , ora il segreto giace nelle profonde e nere acque , che , difficilmente , potranno rivelare il segreto.

 

 

 

 

Torna a sezioni